I nostri partner bike friendly

Una nuova sezione dedicata alle strutture partner bike friendly, che offrono cioè servizi per i ciclisti e er gli escursionisti.
La prima struttura è la nostra azienda agrituristica Punta Lizzu ovviamente, da cui Andejos Outdoor scaturisce e dove ha la sua sede.

Azienda Agrituristica Punta Lizzu
Ubicata su un territorio collinare di circa trenta ettari, l’Azienda Agrituristica Punta Lizzu, nata nel 1993, è situata nel territorio di Siniscola in Sardegna, a circa quattro km dalla cittadina, in direzione di Santa Lucia.
L’agriturismo nasce dal proponimento della famiglia fondatrice di tramandare le tradizioni culinarie locali, trasmesse di generazione in generazione.
Forte dell’esperienza acquisita negli anni, l’Azienda ha sviluppato uno standard gastronomico basato sulla freschezza dei prodotti e sulla semplicità della preparazione, valori che le hanno permesso di guadagnare il riconoscimento della rivista eno-gastronomica nazionale “Il Gambero Rosso” nel 1995.
L’azienda produce la maggior parte dei prodotti che utilizza, dalle carni suine e ovine, al formaggio, alla ricotta, le uova; anche la pasta viene fatta a mano, secondo criteri che rispettano le regole della tradizione e dell’igiene; così pure il vino, il liquore di mirto e il limoncello, i dolci tipici.
Le unità abitative presenti in azienda sono dotate di angolo cottura e di ogni comfort. Il terzo e quarto letto sono disponibili su richiesta, così come lettini per bambini e culle.
Offre da anni servizi ai ciclisti ed agli escursionisti: alloggio bici, officina meccanica a disposizione, cene rinforzate, mappe del territorio con segnalazione dei sentieri, noleggio di gps con mappeprecaricate, noleggio di mtb.

BIKE & FOOD

Escursioni guidate in MTB e degustazioni di prodotti tipici della Sardegna
Guided Mountain bike excursions and tasting of typical products of Sardinia island

Le escursioni saranno di mezza giornata, con breve briefing e piccola
colazione alla partenza, con gradi di difficoltà differenti in base alle
richieste: easy, medium, hard, cycling families:
maremontes (medium) – sulle colline di Siniscola fino al mare, rientro x pranzo
close to sea (easy) – lungo la fascia costiera da S. Lucia a Berchida A/R, rientro x pranzo
montalbo (hard) – da zero a quasi mille metri, per esperti pedalatori, rientro x pranzo
Posada beach (cycling family, easy) – giro cicloturistico verso le spiagge di Posada e verso il
lago sul rio omonimo, adatto a tutti, anche a famiglie con poca familiarità con la bici, rientro
x pranzo;

Numero minimo di partecipanti: 4
Costo escursione con guida + pranzo a persona: € 50 x gli adulti
(bambini/e e ragazzi/e da 6 a 11 anni € 30)
Noleggio bici: € 30 aggiuntivi a bici
Richieste: autosufficienza idrica, casco

IL PRANZO è costituito da taglieri di insaccati locali, formaggio pecorino, olive, sottoli,
vino cannonau, acqua, birra, bibite.
Partenze ed arrivi avvengono nell’azienda agrituristica Punta Lizzu, così come le colazioni
alla partenza e i pranzi al rientro dalle escursioni.

Info TELEFONO E WHATSAPP per prenotazioni: 339 1077654 (Fabio) – info@puntalizzu.cominfo@andejos.com

BIKE-AND-FOOD

Andejos al Myland MTB NON STOP

Andejos Outdoor ha partecipato al Myland MTB NON STOP, 120 km di passione per la bici, tra boschi e altipiani incredibili, bella gente, e la capacità di scoprirsi. Una grande esperienza

Prima di affrontare la MyLand MTB NON STOP numerose perplessità si dibattevano nella mia mente. La lunga distanza richiedeva una preparazione adeguata e, se pratichi una disciplina come la mtb in modo amatoriale, devi ritagliarti degli spazi di allenamento tra il lavoro e le pause e non è per niente facile. Alla fine, una sana spensieratezza ha avuto il sopravvento sui dubbi e sul pensiero di un ritiro anzitempo (l’intenzione restava sulla 120 km, più alla mia portata), così da farmi decidere per l’iscrizione. Il mio compagno di viaggio, Fabio (Novelli), veniva da un periodo di allenamento ferreo, sia su strada che su sterrato, e la cosa aggiungeva preoccupazione ulteriore.

Sta di fatto che la mattina del 22 aprile arriviamo a Villa Verde, sede del quartier generale della MyLand, dove ci apprestiamo a ritirare il trail pack e le mappe. L’altro Fabio ha avuto modo di studiare attentamente il tracciato: i 120 km si dipanano su un dislivello di 2500 metri, con il primo check point a 48 km e il secondo a 84 km.
La partenza avviene assieme a tutti gli iscritti ovviamente, con bikers provenienti da tutta la Sardegna e persino un austriaco, con cui scambio due chiacchiere in inglese. Breve tratto d’asfalto e salita immediata su sterrato, a farci capire da subito cosa ci attende. Pedaliamo in gruppo, compatti e senza particolare frenesia, alimentandoci continuamente per non restare a corto di zuccheri e reintegrando i sali.

Dopo aver attraversato il paesino di Mogorella, proseguiamo attraverso gli sterrati e le coltivazioni di vite e i pascoli, tra bellissimi single trail dentro boschi di lecci e salite da incubo vicine al 30% di pendenza. L’arrivo al check point di Assolo avviene senza particolari traumi, ci fermiamo a mangiare una fetta di torta e segnare il tempo: sono le 18.02, siamo partiti alle 14.00, quindi 5 ore per 48 km. Abbiamo proceduto blandamente, si potrebbe dire.
Ripartiamo alle 18.16 e saliamo ancora di quota tra pianori coltivati, ci stiamo dirigendo verso la Giara. Dopo Nureci troviamo Genoni, poi da Nuragus aumentiamo in modo considerevole l’andatura recuperando oltre mezzora dalle previsioni verso Barumini, dove arriviamo che è notte e abbiamo le luci sul manubrio accese ormai da un pezzo. Siamo a 70 km circa e abbiamo attraversato un fianco del mitico Monte Arci e numerose deviazioni talvolta incomprensibili da leggere sui nostri gps, gli unici riferimenti a nostra disposizione per trovare la giusta direzione.

Da Barumini a Las Plassas, con l’attraversamento del meraviglioso centro storico di Turri, tra pietre vulcaniche sul selciato e case in stile campidanese perfettamente conservate. Stiamo per arrivare al secondo e fondamentale check point, quello di Baradili, al buio, con la stanchezza che si fa sentire e con la temperatura scesa notevolmente. Sono le 21.30. Si può fare una doccia – ed è un ottima notizia – ma prima di tutto mangiamo qualcosa e soprattutto beviamo molta acqua e thè caldo. Avevamo deciso da prima di fermarci a dormire a Baradili, in modo da ripartire al mattino presto per affrontare i restanti 40 km circa che ci riporteranno a Villa Verde. La scelta si rivela azzeccata, e riusciamo persino a dormire un poco in un bel soppalco in legno abbondantemente riscaldato. Al check point sono tutti e tutte molto gentili e si prodigano per farci stare al meglio.

Il mattino dopo alle 6.31 ripartiamo da Baradili per attraversare la Giara, ci sono 2 gradi. Saliamo di quota su uno sterrato, la pianura in basso si riempie di colori, con il sole che riflette i campi regolari di grano tra il verde e l’azzurro del cielo. Ci fermiamo diverse volte nelle salite per guardarci intorno ed ammirare quell’orizzonte sconfinato.
Alle 10.25 del mattino stiamo firmando l’arrivo a Villa Verde, dopo 20 ore e 25 minuti, acquisendo l’attestato di finisher ebbri di una meravigliosa esperienza sportiva, ambientale e umana.
Grazie a tutta l’organizzazione del MyLand MTB NON STOP, ateros annos menzus.

Leggi l’articolo sul sito della Myland

Sos Littos

Sos Littos

Andejos ha partecipato all’organizzazione della visita al parco forestale di Sos Littos, grazie al CEAS Casa delle Dame. Un buon numero di persone ha partecipato all’evento, riscontrando ancora una volta la qualità ambientale ed escursionistica della nostra offerta, e del nostro impegno a difesa della natura.

Questo era il post promozionale:
Chi ha voglia di fare “due passi” con noi? Una bella idea per trascorrere il due Giugno immersi nella natura. Il parco fluviale è anche qui! Abbiamo dovuto modificare il percorso, quindi la difficoltà è diventata media e non medio-alta, come riportato nella locandina.